giovedì 24 settembre 2015

La fiamma nera (ZCSCSpec2)



Il secondo numero in edicola oggi contiene le storie complete “La città sopra il mondo” (Zagor Special n. 3 – giugno 1990) e “La fiamma nera” (Zagor Special n. 4 – giugno 1991).


LA CITTÀ SOPRA IL MONDO

         Si chiama Catamarano Volante il nuovo velivolo del barone Icaro La Plume. Anche Zagor e Cico (sia pur riluttanti) vi si sono imbarcati per raggiungere il villaggio dei Fox ma, a causa di una tempesta, devono atterrare sopra un’altissima montagna. Su di essa vi si trova Ol Undas, una città tecnologicamente avanzata, fondata dai sopravvissuti di un’antica civiltà i cui componenti vivono isolati da millenni rifiutando totalmente la violenza presente nel mondo di sotto.
        Nella città è in corso però una lotta per il potere: qualcuno sta usando l’antica scienza del popolo di Ol Undas per dare origine a delle creature mostruose! Anche i nostri eroi vengono coinvolti e Zagor si rivela determinante nella sconfitta del malvagio scienziato Saltur.

          Per il terzo Special, uscito nelle edicole nell’estate del 1990, a Marcello Toninelli venne richiesta una storia ancora in tema con il libriccino allegato all’albo, che quell’anno trattava delle “terre immaginarie”.
           Lo spunto della storia è buono, ma Toninelli si limita a svolgere il suo compito senza infamia e senza lode: pur con una narrazione scorrevole e costellata di colpi di scena, la vicenda sembra però risolversi in una serie di combattimenti con mostri orribili, seppur in presenza di un finale inaspettato. A mio parere l’autore si è un po’ “perso per strada” cercando di rappresentare troppo semplicisticamente una civiltà classica conservatasi in un luogo isolato.
          Inoltre il personaggio di Icaro La Plume, oltre a risultare un puro “elemento decorativo”, non sprigiona la stessa simpatia che aveva quando lo scriveva Nolitta.
          Sempre belli i disegni di Ferri.


LA FIAMMA NERA

Il Wakan, la Sacra Fiamma che dà la vita, sta morendo. Lo spirito malvagio Wendigo vuole sostituire al Wakan la “Fiamma Nera” del Male (che così regnerà su tutta la Terra). Per rigenerare la Sacra Fiamma, il Grande Spirito, Kiki Manito, ha chiamato sette valorosi guerrieri (tra i quali ci sono Zagor, Tonka e Satko). Alla ricerca del Wakan, essi intraprendono un viaggio in cui ognuno di loro ha modo di mettere alla prova se stesso. E anche se per alcuni non ci sarà ritorno, alla fine il Male viene sconfitto!

Nel luglio del 1991 esce questo Speciale Zagor, il cui autore è un esordiente zagoriano: il milanese Mauro Boselli, che Bonelli definisce “uno dei miei critici più severi per le avventure di Zagor”, un tuttologo specializzato nella stesura di varie rubriche e di molti librini allegati agli speciali, un appassionato viaggiatore in luoghi impervi e selvaggi, ed infine un ottimo sceneggiatore che, dopo aver spaziato in varie serie della casa editrice, è approdato a Zagor.
Questo Speciale è un’avventura con dialoghi molto curati, ricca d’azione, a cui Boselli conferisce un ritmo concitato, con le leggende indiane in primo piano e piena di personaggi ottimamente connotati.
La storia, oltre a ricordare in parte quella del primo Speciale, grazie alla presenza di diversi comprimari storici, è anche una citazione della nolittiana Indian Circus, vista la presenza, al fianco del nostro eroe, di pellerossa di nazionalità diverse: apache, hopi, sioux, cheyenne, cherokee e mohawk.
Dopo questa splendida avventura disegnata da Gallieno Ferri, i lettori dovettero aspettare quasi due anni per vedere nuovamente all’opera Boselli sulla serie regolare.

4 commenti:

  1. Cari Amici, ben trovati.
    Concordo con le recensione di Baltor: le storie di questo n. 2 della CSC Special sono abbastanza godibili. Personalmente ho preferito di più quella della città sopra la Montagna, perché le magie e le dimensioni parallele così come i personaggi onirici (ed il fantasy) non sono il mio forte.
    Ciao
    Giovanni21

    RispondiElimina
  2. LCSIM la devo ancora leggere. Purtroppo all' epoca tergiversai con gli speciali a parte "La congiura degli dei" concentrandomi sulla serie regolare. -.- Ricordo quando ho trovato il 2 mi pare con libretto al mercatino, ma il venditore mi ha sparato tipo un 10-12 euro se non ricordo male. Ne sono rimasto sorpreso e a quel punto ho pensato che i primi fossero esauriti. -.- E così era.
    LFN invece l' ho letta di recente e assieme ad "Anima nera" penso sia il più speciale degli speciali visto la trama molto fantastica con una struttura a videogioco. Molto divertente e ben disegnata da Ferri a mio parere. Non ci si annoia mai e Boselli penso abbia deciso di dare un ritmo tosto proprio per questo visto il ridotto numero di pagine.
    Su Zagor quando si tratta di leggende indiane e relativa magia non mi dispiace affatto. Trovo invece un po fuori luogo quando affronta temi fantasy in maniera esagerata come nell' ultimo ritorno di Kandrax.
    Questo speciale porta una cosa curiosa visto che entra in continuity diretta con la serie regolare riallacciandosi in parte ad "Incubi" e poi venendo ripreso in "Ombre su Darkwood".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, cronologicamente "La fiamma nera" è un'avventura che accade prima di "Ombre su Darkwood"... così come accadrà quando verrà pubblicato a colori lo speciale "Avventura in Canada" del 2000 che dà come presupposta una storia uscita nell'almanacco dell'avventura nel 1996... filologicamente avrei preferito che queste storie speciali venissero inserite nell'effettiva continuty della serie... ma tant'è! ;-)

      Elimina