giovedì 15 novembre 2012

Zagor Collezione Storica a Colori: Pequeña Tortuga (ZCSC40)




Il quarantesimo numero in edicola oggi contiene la conclusione dell’avventura contro Capitan Serpente, la storia completa “Puerto Juarez e la prima parte de “Il mio amico Guitar Jim.

* * * 

PUERTO JUAREZ

Al termine della drammatica avventura con Capitan Serpente, sulla rotta verso casa, la nave che riporta Zagor e Cico negli Stati Uniti fa una sosta a Puerto Juarez, nella penisola dello Yucatan, in Messico.
Qui i due incontrano l’affascinante Conchita, che fa colpo su Cico e coinvolge i nostri amici nella lotta fra i guerriglieri messicani che combattono per l’indipendenza e i soldati fedeli al re di Spagna!
Breve storia che iniziava a pag. 44 e si concludeva a pag. 114 dell’albo gigante n. 99 (eccezionalmente con una foliazione straordinaria), studiata al fine di consentire la pubblicazione di una storia, a sua volta autonoma ed autoconclusiva, nel successivo n. 100 a colori.
Potremmo, inoltre, azzardarci a dire che si tratta della prima storia seria (non comica) che ha per protagonista principale Cico, il quale si invaghisce a tal punto di Conchita da condurre l’amico Zagor (scettico fin dall’inizio sulla sincerità della ragazza) in un’avventura che ha come tema una delle tante “revoluciones” tipiche dei paesi latino-americani.
All’epoca della prima lettura mi dispiacque un po’ la delusione amorosa che provò il povero Cico...

13 commenti:

  1. Avventura bella lunga! Io trovo godibile, seppur per quello che era il suo scopo, l'avventura Puerto Juarez. Mai concordato, invece, con i detrattori del primo albo centenario di Zagor: "Il mio amico Guitar Jim" é una storia breve ma, come si suol dire, intensa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del n. 100 ne parlerò la prossima volta, anche se il pezzo forte del n. 41 sarà l'inizio di Tragico Canevale...

      Elimina
  2. La storia breve di Donatelli mi aveva lasciato perplesso, perchè pensavo che fosse l'inizio di una nuova saga: invece, finì in poche pagine... O_o

    Peccato per Cico, sono d'accordo con te Baltorr!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non altro, un tempo la lunghezza delle avventure era meno "prevedibile" di oggi...

      Elimina
  3. Ho una domanda: ma che razza di fine fa Ramath nella storia Oceano dopo aver parlato in spagnolo? :-D Non ve n'é più traccia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo sono domandato anch'io... Penso che Nolitta non lo abbia più utilizzato nella storia per non rischiare di creare un doppione di quella con i vichinghi...

      Elimina
  4. Quante emozioni, quanti momenti di riflessione o di commozione in questa storia?
    Quante volte siamo rimasti attoniti innanzi alle maraviglie e ai misteri del fondo marino affrontati con lo Spirito Con La Scure, quante volte siamo rimasti affascinati dalla figura di Ramath e dall'incredibile storia di Capitan Serpente! E la redenzione di Hammad...quante volte ci ha fatto riflettere sull'animo umano con i suoi magnifici cieli azzurri e i suoi abissi scuri e non meno impenetrabili di quelli dell'Oceano...
    Non so se "Oceano" sia la più bella storia della saga Zagoriana, certo è che non sarà esagerato definirla un capolavoro senza tempo.

    RispondiElimina
  5. Non credo che la vicenda di Puerto Juarez riguardi la lotta per l'indipendenza del Messico dalla Spagna... mi pare che non se ne accenni da nessuna parte nell'episodio. Oltretutto, come narrato in "Cico rivoluzionario", la guerra d'indipendenza è antecedente alle avventure "attuali" di Zagor. OEJ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente hai ragione tu, Giuseppe...
      Effettivamente su Wikipedia viene detto che la guerra d'indipendenza del Messico dalla Spagna durò dal 1810 al 1821, e quindi almeno un decennio prima delle avventure zagoriane...
      Sul punto, io mi sono limitato a riportare quanto scritto sul sito della S.B.E. a commento dell'episodio in questione, ma non mi sono preoccupato di verificarne la veridicità...
      Grazie per la precisazione!
      Ciao!

      Elimina
  6. Sembra che si arriverà almeno a 100 numeri!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi vivrà, vedrà!, diceva la mia mamma...;-)

      Elimina
  7. Anche a me dispiacque per Cico. Poi devo dire che Conchita, magari anche per questo, mi stava antipatica. Comunque mi sorprese la presenza di questa storie nel 99! Pensavo che fosse tutto dedicato alla storia del tesoro! XD Mi dispiacque un pò nel vedere che questa si concludeva prima del previsto. Sarà anche per questo che non mi ha mai tanto esaltato "Puerto Juarez". Dovrei rileggerla, scevro anche da questo "condizionamento". Comunque notare come nella seconda o terza odissea i nuovi autori abbiano voluto ulteriormente ricalcare la struttura della prima regalandoci "La locanda degli impiccati", storia anch' essa dedicata a Cico! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricordavo una Conchita ben più antipatica mentre alla fine non risulta affatto tale (messaggio finale a parte al ragazzino che stona decisamente con la sua caratterizzazione ed il modo con cui si è accomiatata da nostri -.-). La vicenda è godibile.
      Fa veramente impressione vedere

      SPOILER Zagor furioso sparare a Pepe Laredo mentre fugge! O_O Una delle ingenuità nolittiane del periodo! L' avesse fatto un altro autore... XD FINE SPOILER

      Elimina